WEBINAR

con Nessun commento

Nel pieno dell’epidemia, in tanti mi domandano se si può fare qualcosa per fortificarci, ma soprattutto quali dei tanti suggerimenti che si leggono online, hanno un reale valore preventivo specifico.
Qualche settimana fa, anch’io ho pubblicato qui una serie di osservazioni in merito. Debbo dire che ho suscitato interesse e molti riscontri, il che mi lusinga!
Mi rendo conto che, sebbene resti convinta delle affermazioni che ho fatto, a chi legge sorgono giustificatissimi dubbi: quanta e quale vitamina C? e la D? Non è sufficiente quella che assumo con gli alimenti? Quali le dosi ?…e i bambini? L’Echinacea, da me citata fra le piante, alla luce delle conoscenze attuali sul coronavirus COVD-19, è consigliabile o no? E gli omeopatici? Il tanto citato Arsenicum Album? E Phosphorus?
Che dire poi dei pazienti che ancora stanno assumendo farmaci “invernali”? e gli allergici, con la primavera alle porte? (anche se buona parte la vedremo dalle finestre, i pollini non hanno problemi ad entrare nelle nostre case, siano esse in campagna o in città)
Come far convivere le gastriti primaverili con le cure preventive?
E se ci sono gravi patologie concomitanti? Penso ai pazienti oncologici in terapia e non, a chi assume cortisone, a chi soffre di malattie autoimmuni, agli asmatici, agli ipertesi o a chi ha dislipidemie (colesterolo alto).
Ma anche semplicemente: si possono preparare in casa i disinfettanti per mani e ambiente? E’ davvero indispensabile dedicarsi a lunghe sessioni di “addominali” o forse sarebbe meglio respirare e meditare?
L’avanzare a grandi passi dell’epidemia, ci ha giustamente costretto a modificare moltissime delle nostre abitudini, prima fra tutte: molti di noi non possono recarsi a svolgere le proprie attività lavorative.
La sanità privata, fatta eccezione per alcune grandi cliniche in grado di far fronte ai pazienti più gravi, sia COVID che affetti da altre patologie, è ferma: non ci è consentito ricevere pazienti! Concordo certamente con queste regole restrittive! Resta il fatto che, per moltissime persone, l’omeopata fornisce strumenti di cura e prevenzione che il medico di base non utilizza.
Al di là della mia disponibilità a consulti individuali via Skype, come da anni faccio, ho deciso di organizzare una conferenza/ lezione per poter divulgare il mio pensiero.
Mi rivolgo a chi desidera continuare a curarsi in modo naturale, e cercare di fare un po’ di chiarezza, ed anche a chi si avvicina per la prima volta a un modo naturale di prendersi cura di sé e dei propri cari.
Stare insieme, sentire le domande e porre le proprie, condividere esperienze e pensieri, è uno dei modi per affrontare e superare questo difficile periodo. Per lasciarlo alle spalle portando con noi nuove strategie, nuove modalità e consapevolezze, per dare vita a un nuovo mondo, migliore.

Propongo una conferenza, ovviamente online, della durata di 2 ore, previa iscrizione ad un numero minimo di 8 partecipanti. La partecipazione è subordinata al versamento, tramite bonifico bancario, di una quota di 20 euro. Il numero limitato mi consentirà di rispondere alle domande che vorrete porre, e che chiedo di inviarmi insieme alla richiesta di partecipazione, per consentire uno svolgimento ordinato ed il più possibile esauriente. Creerò un gruppo chiuso, in cui ci troveremo, e nel quale inserirò gli iscritti.

Chi è interessato può inviarmi una email a
elenacremoninidot@gmail.com

IBAN: IT18-O-05034-36920-000000014690

Lascia una risposta

Questo sito fa uso di cookies, facendo click su "Accetto" acconsenti al loro utilizzo. Ti invitiamo a leggere questa pagina per maggiori informazioni e per conoscere la Policy Privacy adottata: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi